facebook
20211211_172310 (1).jpeg
www.amilcaresolferini.com

 

Carvelli Carmine Antonio

1° Classificata Categoria Poesia Giovani Concorso Letterario Nazionale Amilcare Solferini 2020

Lockdown  2020

 

Il mondo si fermò,

la gente tutta a casa,

alcuni han cantato,

altri bare han portato.

 

La Terra continuò,

guarendo le ferite,

in strada gli animali

ritrovarono vie svanite.

 

La gente poi capì,

piangendo i propri cari,

una maschera sul viso,

non lasciava spazio al sorriso.

 

Un giorno penseremo

a quanto accaduto

e in fondo ai nostri cuori

ritroveremo il tempo perduto.

 

Lauria Matteo Angelo

2° Classificata Categoria Poesia giovani Concorso Letterario Nazionale Amilcare Solferini 2020

NOTTE D’INVERNO

 

Ti ho vista andare via

sotto il chiarore della luna,

trasportata dalla gelida carezza

dell’inverno fanciullo.

Portavi con te le lacrime fredde,

le parole non dette,

i sospiri soffocati.

 

Rifuggivi con sgomento

i nostri sorrisi,

i nostri volti spensierati,

i sogni di una vita lontana

e le risate cristalline.

I passi stanchi,

silenziosi,

strascicanti

sui sampietrini della strada.

 

Ti ho vista andare via

e lasciarmi tra le mani

nient’altro

se non il ricordo

della tua dolce essenza.

 

Navarra Maurika

3° Classificata Categoria Poesia Giovani

Concorso Letterario Nazionale Amilcare Solferini 2020

La mia sera

 

Sono sempre gelosa di chi si porta via la mia sera,

il mio tempo con me,il mio buio.

Racchiudo in quella parte della giornata

il "riscoprirmi",il "rimarginarmi" le ferite

analizzandole,analizzandomi.

Spesso mi ritrovo un disastro;

i miei lividi sono ancora verdastri,

il ginocchio rotto di quando ero bambinanon si è cicatrizzato,

mi fanno ancora male i graffi di un gatto che salvai per strada

quando avrei voluto regalargli tutto l'amore del mondo.

Mi ricordo che fidarmi dell'altro è un rischio,

che il voler donare non deve essere per ricevere

perchè probabilmente non si riavrà mai.

Altre volte sono competente;

soffio sul mio pasto prima di assaggiarlo,

con il pollice e l'indice mantengo lo stelo della rosa,

rimuovo le spine dalle prese prima di andare a dormire.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder