facebook
www.amilcaresolferini.com

Mattonelle Inciampare nella  Cultura

Le Vie dei Poeti a Cintano

Geolocalizzazzione delle Mattonelle a Cintano

8680158929213405812210424229463873595375616o

Consegna  Mattonelle Inciampare nella Cultura 

all'amministrazione Comunale di Cintano

con il Sindaco Daniela Contini

 

 

1205557763541936055828155608972187064687035n

TEMPO PRENATALE

PER VEDERE I TUOI OCCHI ANCORA CHIUSI
SONO SCESA NEGL ABISSI PRENATALI DEL TEMPO
E DA QUEL PUNTO
IN MEZZO AD UNA DUNA
IL TUO IO
HA PRESO FORMA
BIMBA
SFIORO IL TUO CUORE CON UN PENSIERO
CULLO IL TUO SONNO ACQUATICO PARLANDOTI...
TI HO INCONTRATO ALLE PORTE DEL CIELO
DOVE LE BIANCHE ANIME
SI SONO SCAMBIATE LA MANO
E QUESTO STRANO MONDO
TI HA APERTO IL CUORE...
PER VEDERE I TUOI OCCHI ANCORA
CHIUSI
IN UNA BOLLA DI NIENTE
SCHIUDO IL MIO NIENTE
NEI TUOI OCCHI
E NEGLI ABISSI PRENATALI
TI LASCIO ANCORA UN PO' DI TEMPO
QUEL CHE BASTA
PER AVERTI QUI

 

A MIA NIPOTE

 

ELISA VERNA

 

 

 Mattonella numero 010

 

 

 

12062251135419362891614652438752534463540472n

Ho bisogno di te.


Ho bisogno di te
anche se lontano
ti porto nel cuore.
Ho bisogno di te
anche se dimenticherai momenti
ch’io ricorderò tutta la vita.
Ho bisogno di te
come la notte della luna piena.
Io ho bisogno di te
perché
eclissi tutto il resto

 

Carvelli Carmine Antonio

 

Mattonella numero 011

 

12037056935419361658281446000113863162818986n

Oltre l'orizzonte

 

La terra ripudia

ciò che non ha partorito.

Albergo allora il cielo

per meglio misurare dall’alto

quanto profonda

è la bellezza del mare,

la sola che somigli alla morte

per vastità.

 

Nel volo prodigioso

gareggio con i gabbiani,

musicando le solitudini volute

e le parole non dette

di chi,

per vocazione,

appartiene all’acqua.

 

E in quell’ora del giorno,

in cui nulla più

delinea la fine del mare

e l’inizio del cielo,

il mio librare è autentico e leggero

in uno spazio senza confini.

 

L’unico che,

per seduzione,

somigli alla vita.

 

Lauria Matteo Angelo 

 

Mattonella Numero ...

 

 

D'ESTATE

Aspettavo l'onda stamane
camminando sulla riva
gettando al vento
pugni di sabbia
come fossero sogni scaduti

Oggi mi manchi
ancora più di ieri
e domani non incontrerò il tuo viso
come il sole e la luna
non s'incontrano mai

Ti amo
posso gridarlo piangendo
urlare ai tuoi occhi parole mai dette
di giorni felici
di giorni tristi
trascorsi con l'appoggio di carezze

Non farò nient'altro che
castelli di sabbia
e svaniranno la notte
per sorgere ad aspettare
l'onda un mattino
camminando con i gabbiani
d'estate

Elisa Verna

Mattonella Numero 012

 

 

 

IMG20201031161132256

Strada

C'è ancora poca strada
per arrivare alle tue mani
da questa valle di sogni e parole
cosi bella da far invidia alla luna
cosi sola sotto questo cielo.

C'è ancora tanta vita
da gustare sulle rive del mare,
senza timore di perdersi
nelle tue braccia
che si aprono
e mi stringono nella notte.

La voce del vento danza tra le vette,
e nei boschi cantano
le ombre di fauni e fate
per consolarmi nell'attesa

c'è ancora tanta strada
o forse poca...



Padrini Maria Chiara 

 

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder